Personal Trainer a Catania - Massimiliano Passini
WebSeo
"Una regolare attività fisica migliora il tono dell’umore e la qualità della vita" La parola...
WebSeo
2019-03-14 16:13:10
WebSeo logo

Blog


- Owner - Pubblicato il

ATTIVITA' FISICA E DIABETE. ECCO LE MIE LINEE GUIDA

LINEE GUIDA PER UN ESERCIZIO FISICO ‘DOC’ CON PERSONE CON DIABETE

  • photo

"Una regolare attività fisica migliora il tono dell’umore e la qualità della vita"

La parola d’ordine per un sedentario che voglia finalmente avvicinarsi allo sport è iniziare con gradualità possibilmente dopo una valutazione specialistica e  pianificare il programma di esercizio fisico con il supporto del medico e di un personal trainer laureato in sicenze motorie.
Sono sempre più numerosi gli studi che indicano che l’esercizio fisico funziona come una vera e propria medicina anti-diabete. Che l’esercizio fisico faccia bene è d’altronde noto a tutti. Meno chiaro è quale forma di esercizio fisico sia realmente benefica per il paziente e per il suo diabete; insomma si continuano a dare indicazioni vaghe di ‘fare più attività fisica’, senza tuttavia arrivare a ‘prescrivere’ l’esercizio fisico, indicandone la durata, l’intensità e la tipologia degli esercizi

Quale tipo  di  allenamento e' adatto?
Per evitare di ingrassare o per perdere peso può essere utile conoscere quanta attività fisica è necessaria per “consumare” quello che viene assunto con l’alimentazione. Di seguito vengono fornite indicazioni di massima sui minuti di cammino, bicicletta o corsa necessari per consumare l’energia equivalente ad alcune porzioni di cibo di uso comune.
Sia l’esercizio fisico aerobico, che quello di resistenza per l’aumento della forza muscolare sono indicati nella terapia del diabete di tipo 2. L’esercizio aerobico (es. camminare a passo svelto, corsa, bicicletta, sci da fondo, etc.) serve a ridurre il peso, in particolare la massa grassa addominale, migliora l’efficienza del sistema cardiovascolare (VO2max ovvero il trasporto massimo di ossigeno ai muscoli), il controllo metabolico e riduce i fattori di rischio cardiovascolare. L’esercizio di resistenza (es.  sollevamento pesi o esercizi con bande elastiche) serve ad aumentare la forza muscolare.
Anche una semplice passeggiata quotidiana di 30-45 minuti, meglio se con passo un po’ spedito, si traduce in vantaggi notevoli dal punto di vista del diabete.

La frequenza minima?
La frequenza minima di esercizio fisico che comporta benefici nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 è di due sedute settimanali,
 

Postato in: Generale

ARTICOLI CORRELATI